Falsi dei di luce - CERCHIODILUCE_COM

Vai ai contenuti

Menu principale:

Falsi dei di luce

Oltre la realtà - Contributi
Contattismo pericoloso?
Non sempre le forze che contattano i sensitivi sono realmente ciò che dicono di essere, spesso le più pericolose assumono i nomi di entità di luce per trarre in inganno l'essere umano che ne riceve le comunicazioni.Lo scopo é sia quello di discreditare le vere entità di luce, sia il contattista stesso portandolo in questi casi al discredito personale ed alla rovina.
Tutto ciò lo  possiamo dedurre da questa testimonianza della nostra valida collaboratrice.
E' una storia vera avvenuta in una città Italiana una ventina di anni fa.
Non vogliamo quindi gettare alcun discredito su contatti realmente elevati ne sulla buona fede di molti contattisti, ma spingere soltanto al discernimento e alla prudenza ,una riflessione che dobbiamo tenere tutti sempre presente.
Per questo motivo presentiamo con piacere questo coraggioso articolo della nostra collaboratrice.
I Falsi Dei di Luce
di Matilde Riccioli

E’ mio desiderio raccontare alcuni  fatti, ed esternare alcune considerazioni nella certezza che chi legge avrà occasione di riflessione.
Si tratta di un’esperienza trascorsa, ma che continuo ad avere:  non voglio fuggire dalle mie esperienze di vita, desidero continuare a crescere, e riuscire nel mio piccolo ad avvicinarmi alla verità. Vorrei essere capace di disponibilità verso chi ha bisogno, vorrei saper amare incondizionatamente, vorrei saper ascoltare, vorrei saper vibrare di luce cosmica.
Nel tuo cammino incontri delle persone in cui credi, dai loro fiducia, le rispetti, le ammiri, le stimi, dai affetto.
In quel momento la loro credibilità, il loro equilibrio, il loro essere sostegno, la loro calma, il loro sorriso, ti riempiono di energia, di coraggio, di determinazione.
Ti parlano di Dio, della Madonna, dei fratelli extraterrestri, della coscienza planetaria, ti parlano della strada che devi percorrere per arrivare alla Luce.
Belle, bellissime parole.
Nelle loro vite passate avevano nomi importanti:  San Francesco d’Assisi, Re Artù, Santa Chiara, Cagliostro, i Rosa Croce ..., sempre pronti a sconfiggere il male, ad incatenare il negativo.
Tu li ascolti , ti senti pronto a sconfiggere il male, entri in sintonia vibrazionale con degli esseri eccelsi, di altre dimensioni.
Tutto bene, se non si fosse sconfinato nell’eccesso.
Assisti allora a vicende di famiglie distrutte, di persone che abbandonano il lavoro e vendono tutto.
Conosco chi, per avere ricevuto un Messaggio dai Fratelli Cosmici, ha lasciato la propria famiglia e il proprio lavoro, ha venduto tutto quello che possedeva per andare in Scozia per trovare nientemeno che una città segreta, sotterranea. Sono tornati a testa bassa, morti di fame e senza una lira.
Conosco una coppia di tedeschi, lui ingegnere elettronico, la moglie medico. Hanno lasciato il loro paese  e senza conoscere una parola di italiano sono venuti in Sicilia, perché la Luce Guida aveva loro ordinato di fondare un Anello di Luce. Dopo sei anni, poveri in canna,  sono ritornati a Berlino, dove stanno cercando di ricostruirsi la loro vita.
Ho ascoltato frasi come “Lui è un negativo, lascialo”, detto ad una giovane madre di due figli nei riguardi del marito. Lei lo lascia, ma negli anni lui verrà riabilitato dalla sua “negatività”:  si erano sbagliati,  negativa era la moglie (con la quale nel frattempo qualcuno sessualmente si sollazzava con la scusa della crescita vibrazionale!), insomma avevano interpretato male il messaggio.
Ciò che a me fa più rabbia, è che queste persone, cui ho creduto per anni, a cui ho dato fiducia (e come me altre centinaia di persone), loro che si sono autodefinite come PRESCELTE, hanno oggi il coraggio di dire ”non mi interessano più determinati discorsi, ora voglio essere una persona NORMALE”.
Eravamo allora tutti anormali, quando stavamo ad ascoltarli, quando uscivamo da casa loro pieni di energia, con il sorriso sulle labbra, quando eravamo felici di stare accanto a loro, di poter parlare con loro?
Evidentemente un giorno si sono innalzati troppo, si sono sentiti giudici, inquisitori, potevano stabilire della vita delle altre persone nel nome di Dio.
ATTENTI ...è facile sbagliare, non è giusto distruggere la vita di persone forse psicologicamente fragili e indifese, condizionandole con un vero e proprio lavaggio del cervello.
ATTENTI.... a non sedervi su un trono, ed innalzarvi ad eletti, e dire “nelle mie vite passate io sono stato questo e quello”,  “io ho la Consapevolezza”, eccetera.
ATTENTI ... alle illusioni.
Credo che dobbiamo sempre essere capaci di crescere ed imparare, di essere in uno spazio amorevole non giudicante e distaccato.
Ma quello che si dovrebbe fare è essere AMORE, questo dovrebbe essere l’obiettivo, non aver bisogno di manipolare gli altri, ma lasciare semplicemente che si servano dell’amore che gli si mette a disposizione.
Non è corretto dire dopo anni “non ci credo più”, non possono auto assolversi così la coscienza, sarebbe una difesa troppo comoda.
Sarebbe meglio ammettere i propri errori e ripartire puliti di fronte a Dio e agli uomini.
Non potranno mai seppellire ciò che hanno detto o fatto nel nome del “Signore”.
Chissà quanti altri, inconsapevolmente o meno, agiscono o agiranno così.
Nel momento in cui presumiamo di sapere qualcosa e proviamo ad imporre quel pensiero ad altri, stiamo solo pensando in modo dogmatico.
Nonostante le innumerevoli esperienze spirituali e innumerevoli doni, l’individuo continua a volere che le cose siano come dice lui, e che  gli altri siano diversi, credendo di essere l’unico a sapere qualcosa.
Ma  non è così.
La sola differenza è che alcuni riescono con grandi difficoltà a fare un solo passo, mentre altri riescono a farne molti per volta, e altri ancora a correre.
Ho pensato tanto prima di scrivere, spero di essere riuscita a comunicare con le parole giuste.
Probabilmente anch’io ho conosciuto e conoscerò delle persone Elette, dei veri messaggeri.  Dobbiamo però fare attenzione a non avvicinarci al fanatismo. Occorre saper discernere e saper ascoltare per aprire veramente il nostro cuore a Dio.  
E chi si trova nella  posizione di Guida  lo faccia con umiltà, lo faccia con amore, con abbandono alla volontà di Dio, che riesca a condividere con gli altri la ricchezza interiore che Dio gli ha dato, che ci insegni con il cuore la “Strada verso la Luce”
                                                                                   Matilde Riccioli
 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu