Cerchio arcobaleno - CERCHIODILUCE_COM

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cerchio arcobaleno


«La verità non è venuta nuda in questo mondo, ma in simboli e in immagini»
(Vangelo apocrifo di Filippo) testi scoperti nel 1945 a Nag Hammadi e pubblicati per la prima volta in dieci volumi fra il 1972 e il 1977.

I simboli parlano all'anima delle persone e a volte appaiono come risposta ad una esigenza dell'umanità.

 
Il Simbolo  qui rappresentato è l'elaborazione razionale di un'esperienza mistica.
 
Questo Arcobaleno circolare è apparso nel cielo di Medjugorje in un caldo giorno d'agosto durante la Messa.
Le poche nuvole si riunirono a coprire la vista del Sole e intorno ad esse comparve un grande arcobaleno circolare,al centro le nuvole plasmarono la figura di Donna.
 
Vogliamo essere moderni? Allora potremmo anche definirlo uno scudo quantico contro il male

Ci sono attualmente in circolazione simboli non benefici, utilizzati dagli avversari dell'umanità terrestre per legare e dividere.
Il Sovranismo in molti Stati utilizza simboli legati al paganesimo e a forze Infere ingannando le persone.
Quindi anche se di nessun simbolo si debba mai fare un simbolo di fede, esso può anche difenderci.
In questo periodo molte persone non sono in grado di distinguere il Bene dal male.
 
L'arcobaleno è un simbolo che è stato inteso positivamente da varie tradizioni,
nella Bibbia l'arcobaleno è il segno d'alleanza tra Dio e gli uomini della Terra.
 
Per i Navaho e gli Hopi, la  Donna  Arcobaleno Rotante o Volteggiante, è colei che durante la stagione estiva,
porta le piogge amiche che alimentano le Tre Sorelle -Granturco,Zucca e Fagioli - che a loro volta nutrono il Popolo.
 
L'immagine dell' Arcobaleno Rotante viene spesso rappresentato nei Dipinti di Sabbia, un'antica forma d'Arte Sacra dì Guarigione in uso presso l Clan di Medicina di quelle Nazioni.
 
L'Arcobaleno Rotante è la promessa di pace tra tutte le Nazioni e tutte le genti.
 
Questo Arcobaleno è espressione della PURA ENERGIA  FEMMINILE
 
Solo Essa può riequilibrare il Maschile che senza freni in questi anni riemerge
attraverso il razzismo e la violenza sui più deboli.
 
Queste due energie sono state rappresentate in vari modi.
 
Per il Cristianesimo cattolico le due energie sono sempre in opposizione
 
Maria é rappresentata infatti mentre calpesta il serpente
 
e il dragone è colui che viene sconfitto da Michele.
 
 
Per il Taoismo, il femminile e il maschile,sono due elementi necessari alla vita,raffigurati simbolicamente con lo Yin e lo Yang che devono però essere in perfetto equilibrio per raggiungere il Tao.
 
Nell'antica Cina la mancanza di equilibrio si evidenziava dal drago che riemergeva (lo Yang il maschile) e si manifestava attraverso la furia  degli elementi della natura, una grande instabilità che porta gli elementi costitutivi ed essenziali della vita a mutarsi da benefici in elementi distruttivi e di morte.
 
L'elemento terra così diventa terremoto,l'elemento acqua diventa alluvione,
 
l'elemento fuoco diventa eruzione vulcanica,l'elemento aria si trasforma in uragano.
 
Questo disequilibrio si manifesta anche nell'essere umano, e il Maschile incontrollato che riemerge nella società di oggi va visto anche come violenza sulle donne, sui deboli e sui diversi sia di razza, di ideologia,di religione.
 
E' la spazzatura che ognuno si porta dentro e che sta uscendo drammaticamente fuori...è una purificazione?Non lo so.E' la separazione tra chi porta il male e chi porta il Bene?
 
Non lo so e almeno spero che non sia così perché pochi sono talmente puri da essere esenti da questa spinte interiori così violente.
 
Queste poche righe le avevo scritte nel 1999 e adesso 2016 che ho ripreso in mano il sito per adeguarlo alle normative vigenti,
mi rendo conto quanto fossero vere.
 
I colori sono vibrazioni,e i segni e i simboli più forti e carichi di potere sono quelli che ricalcano la geometria sacra,
sacra perché costituente la matrice matematica dell'intero universo.
 
I tibetani realizzano i Mandala, un simbolo spirituale e rituale che rappresenta l'universo nella sua unità. Sono usati in numerose tradizioni spirituali, ma soprattutto nell'Induismo e nel Buddismo, per focalizzare l'attenzione, per definire uno spazio sacro e per aiutare la meditazione.
 
Un'ultima riflessione, su questo pianeta,sicuramente ci sono luoghi di maggiore concentrazione energetica ma ricordiamoci che nessun luogo, e nessun culto religioso può essere paragonabile

 all'unica terra veramente sacra che è l'essere umano,quindi rispettiamolo,rispettiamo l'altro e troveremo il nostro vero SE.
 
Forse arriverà il tempo in cui tutti noi non saremo più così pesantemente condizionati come su questo pianeta , un giorno in cui non dovremo cercare la verità attraverso i simboli o i luoghi sacri,
 
perché questa Verità sarà finalmente emersa.
 
G.G.
 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu