Il MONDO ROVESCIO,i viaggi sciamanici sono detti anche discese al mondo sotterraneo,io per esperienza vorrei chiamarli anche viaggi al di là dello specchio,perché la tutto è rovesciato e il tempo si dilata,qui sono poche ore notturne ma di la durano giorni. Queste dimensioni devono restare divise e accessibili solo se si è in grado di farlo. Cambiamenti magnetici del pianeta possono portare a sconvolgimenti meteo(simbolicamente è il Drago che riemerge)sia a sconvolgimenti della psiche umana. Anche i simboli possono incidere...nel bene e nel male agendo come porte o portali e avvicinare queste dimensioni. Dipende da che simboli si usano e da che parte stai !

 

LO SCIAMANESIMO

 

Lo schema che ripete il mito del dio sacrificato,fu' talmente assimilato dalle antiche popolazioni,che divenne la base dell'iniziazione sciamanica.

L'iniziazione deve permettere al neofita di superare la sua condizione umana.

Catturato dagli spiriti,l'aspirante sciamano,si ritrovera' in un mondo sconosciuto.Nello stato di trance,in condizioni di extra corporeita',dovra' affrontare da solo entita'demoniache che non lo risparmieranno.

Attraverso la tortura,dissezione e lo smembramento del corpo e la successiva ricomposizione delle ossa su cui si riformera' nuova carne e nuova psiche,rinascera' l'uomo nuovo.

Perche' per rinascere,l'uomo,deve prima morire.

Il candidato siberiano,sta dai tre ai nove giorni ,in un luogo isolato,senza parlare,senza mangiare e quasi senza respirare.

Quando torna raccontera' di essere stato dilaniato,la carne raschiata,le ossa scottate in acqua bollente.

Tra gli Jakuti la testa viene mozzata (sempre si intende nel corpo sottile)

oppure il cranio viene trafitto con una lancia.

Tra gli Altaici,gli antenati partecipano al banchetto,mangiando la carne e bevendo il sangue del candidato.

Tra gli australiani dopo la tortura e lo smembramento si introducono nel nuovo corpo delle sostanze magiche (cristalli di quarzo).

Anche tra gli indiani d'America ritroviamo la stessa morte mistica che dura vari giorni.

Il futuro sciamano deve morire nel suo corpo terrestre,per rinascere col suo corpo astrale.

 

Va detto per inciso,che le esperienze sciamaniche,possono innescarsi anche per una predisposizione naturale involontaria,che non necessita di balli,suoni o assunzione di droghe.

Per questo motivo,pur senza una tradizione di supporto,queste esperienze possono essere fatte anche da un occidentale.

In questo caso e' piu' difficile trasportare nella consapevolezza quotidiana,le varie esperienze,mancando un maestro di riferimento che le normalizzi e le spieghi inserendole in un archetipo,sconosciuto alla mentalita' della nostra civilta',ma riconosciuto ampiamente da coloro chiamati spesso primitivi(!).

      

Lo sciamanesimo non è una religione ma un complesso di credenze che attinge la propria essenza in una tecnica arcaica dell’estasi, ricercata esclusivamente al fine di ottenere risultati concreti.

Il tamburo che batte lo sciamano,serve da cavalcatura per compiere il viaggio, lo sciamano cavalca il tamburo che diventa così la sua renna (presso Jakuti, Mongoli, Buriati) oppure diventa la sua barca (Tungusi).

Il tamburo battuto velocemente ha anche il compito di portare gradualmente lo sciamano in uno stato di coscienza alterato,fino all’estasi.

In alcune culture lo stato alterato si raggiunge attraverso l’assunzione di droghe (peiote, datura) come rivela ad esempio lo sciamano tolteco Don Juan a Castaneda,famoso per aver riportato in vari libri gli insegnamenti ricevuti.

Altro aspetto importante e' rappresentato dagli animali di potere che lo sciamano deve catturare nei suoi primi viaggi astrali,egli può travestirsi da uccello quando deve sciamanizzare al mondo superiore.

Il raggiungimento della trance è graduale,ma necessario vi è infatti sempre un viaggio extracorporeo dello sciamano il quale viene scelto dallo sciamano anziano a cui deve succedere,attraverso il riconoscimento di segni particolari, quali sensibilità, isolamento spontaneo dal gruppo, visioni.

Una malattia che lo porti in punto di morte,può già essere considerata una prima iniziazione.

Appartiene alla conoscenza di queste culture,la credenza che l’anima anche da vivi può occasionalmente separarsi dal corpo e condurre un'altra vita.

Può staccarsi nel sogno, nell’estasi, nella malattia.

Da vari anni anche la ricerca moderna si e' occupata delle uscite extracorporee.

Lo sciamano e' impegnato in una lotta a favore del proprio popolo,spesso contro quelle stesse forze che lo hanno iniziato.

Pur consapevole della sua diversità di essere umano,sa infatti  che solo in questo modo potrà conquistare la libertà ultraterrena.

Soltanto lo stregone sceglierà quelle stesse forze come alleate per ottenere potenza e prosperità durante la vita terrena.

Pur entrando la magia nelle sue conoscenze,e' sicuramente un mistico,tali sono le sue prove e i digiuni.

Essendo nato prima del Cristo,lo sciamanesimo e' stato probabilmente,l'unica strada a disposizione dell'uomo per difendersi dalle forze contrarie e sopravvivere in questo mondo catturato dalle tenebre,costretto a mediare con queste stesse forze per ottenere benefici.

Il vero sciamano infatti pur attingendo il suo potere da un archetipo di conoscenze che si fonda su gli dei caduti,opera in favore dell'uomo.

La sua funzione è  generalmente benefica,egli riveste diversi ruoli: medico,divinatore,psicopompo.

 

1)Medico, egli è convinto che la malattia insorga per la perdita dell’anima e per intrusione nociva.

Nel caso di perdita dell’anima lo sciamano discende in forma extracorporea nell’altro mondo per liberare l’anima del malato dagli spiriti che la trattengono. In genere,egli indossa il costume da renna per sciamanizzare al mondo inferiore(siberiani),nella ricerca delle anime dei viventi che si sono perdute.

 

2)Divinatore, lo sciamano vede passato e futuro.

 

3)Psicopompo, accompagna l’anima del morto nella sua nuova dimora.

C’è qui da notare una bella differenza tra il servizio che lo sciamano, considerato dagli stupidi un selvaggio, fornisce al defunto e la nostra societa',cosidetta civile che liquida il morente spesso in fretta e formalmente, impotente  per il materialismo di cui e' intrisa,ad andare oltre la propria fisicità.

 

Personalmente ho avuto,per motivi che sarebbe lungo spiegare,varie esperienze sciamaniche non indifferenti,per questo posso portare anch'io la mia testimonianza come contributo di conoscenza.